I dati dell’Arpam sulle emissioni elettromagnetiche delle antenne telefoniche. Il Sindaco: “Siamo ampiamente al di sotto della soglia di attenzione”

Nei giorni scorsi l’Arpam (l’Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale delle Marche) ha reso noti i risultati della campagna di monitoraggio dei livelli di inquinamento elettromagnetico prodotti dalle antenne telefoniche installate nel territorio comunale.
Le misurazioni sono state effettuate nell’agosto e settembre scorso nella zona di contrada Mortolo e in quella di via Cappuccini (zona cimitero), ovvero nei pressi delle due antenne SRB.
La scheda tecnica inviata dall’ARPAM al Comune riporta tutti i risultati delle misurazioni, che sono state eseguite in conformità a quanto previsto nella norma CEI 211-7 “Guida per la misura e per la valutazione dei campi elettromagnetici nell’intervallo di frequenza 10 kHz-300 GHz con riferimento all’esposizione umana”.
In contrada Mortolo sono state effettuate complessivamente 18 misurazioni su 6 differenti postazioni. Tutte le misurazioni sono risultate ben al di sotto non solo dei limiti di esposizione, ma anche della soglia di attenzione e di qualità che è pari a 6 V/m. In una postazione il campo elettrico è risultato addirittura al di sotto della soglia di rilevabilità (0,3 V/m). Delle 18 misurazioni effettuate, 12 sono state al di sotto di 1 V/m, tre sopra 1 V/m e tre sopra 2 V/m.
In via Cappuccini le misurazioni sono state 24 effettuate su 8 differenti postazioni. Anche in questo caso, tutte le misurazioni sono risultate al di sotto dei limiti di esposizione ma anche della soglia di attenzione e di qualità (6 V/m).
Delle 24 misurazioni, ben 18 (effettuate su 6 differenti postazioni) sono andate addirittura al di sotto della soglia di rilevabilità (0,3 V/m); 3 misurazioni si sono attestate sullo 0,6 V/m e altre 3 su 1,3 V/m.
In virtù delle misurazioni effettuate, l’ARPAM conclude che “i valori di campo elettromagnetico rispettano i limiti di esposizione, i valori di attenzione e gli obiettivi di qualità”.
“Esprimo soddisfazione – dice il Sindaco Sergio Paolucci – per i risultati positivi che sono emersi dalle misurazioni che, in entrambe le aree indagate, sono non solo al di sotto dei limiti di esposizione, ma anche al di sotto della soglia di attenzione e di qualità che è pari a 6 V/m. Sono risultati confortanti che testimoniano che il nostro territorio è esposto a campi elettromagnetici molto bassi”.
“Il Comune – conclude il Sindaco – continuerà a prestare particolare attenzione al tema dell’inquinamento elettromagnetico. Invito l’ARPAM e gli organi scientifici preposti a vigilare affinché le condizioni di sicurezza siano sempre garantite”.

Contenuto inserito il 09/10/2012

Informazioni

Nome della tabella
Autore Addetto Stampa

torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto
Questo sito è realizzato da Task secondo i principali canoni dell'accessibilità